BackBackMenuCloseClosePlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Le tre cerchie di finanziamento del crowdfunding

  • Pioneer

Al di là delle modalità differenti di lanciare ed effettuare la promozione di un progetto attraverso il crowdfunding, ciò che rappresenta il soggetto più ampio, la questione primaria che bisogna porsi sulla concezione del proprio progetto è: quali sono le mie risorse e come posso utilizzarle?

Il crowdfunding è una questione di sicurezza, di fiducia e di trasparenza.Dovrai quindi dimostrare di essere  motivato e coinvolto per farsì che i visitatori abbiano fiducia in te al fine di convincerli a sostenere la campagna.

Tre “cerchie” possono aiutarti nel raggiungimento del tuo obiettivo finanziario.  Ognuna però dovrà essere conquistata gradualmente.

le tre cerchie di finanziamento del crowdfunding


1 - La prima cerchia: famiglia e amici stretti

Nel 99% dei casi, loro saranno i tuoi primi sostenitori. E’ normale, poiché nutrono già in te la fiducia necessaria. Donando le prime sovvenzioni al tuo progetto, contribuiranno a farlo decollare. Dando il via alla colletta, dimostreranno che sei un progettista sincero e capace di raccogliere gente che sostenga la sua idea. Essi ti doneranno credibilità dando il via al circuito di donazioni, dando vita alla dinamica di finanziamento di cui avrai bisogno per raggiungere il tuo obiettivo.
Non esitare a discutere con loro del progetto, di farli partecipare al blog, chiedendo loro di lasciare dei commenti e rispondendo: attività del genere sono importanti, questa è la dimensione sociale della vostra campagna: rispondere sempre al pubblico per fare in modo che partecipi!

2 - La seconda cerchia: amici degli amici e conoscenze meno strette

Li conosci per vie traverse, sono amici di rimbalzo, gli hai incrociati durante una serata o spulciando il blog di un amico o, ancora, a lavoro... Questi aiuti entrano in gioco una volta che le basi delle fiducia sono state messe in campo dalla prima cerchia: dal momento che hai già un po’ di denaro sulla campagna nonché discussioni aperte ed incoraggiamenti sulla pagina del progetto o sul tuo profilo Facebook. Loro arriveranno dopo i “buona fortuna” ed i “io ti ho aiutato” dei tuoi amici più vicini. Non dimenticare di rispondere alle loro domande, di ringraziarli, insomma, di lanciargli un segnale di apprezzamento. Chi lo sa, potresti anche guadagnare dei nuovi amici durante questa avventura :)

Certo, più le tue risorse sociali crescono e più sei vicino ai loro membri, più il tuo cammino sarà semplice. La maggior parte dei progetti più piccoli o anche medi (in termini di cifre) riescono ad essere finanziati esclusivamente da queste prime due cerchie di risorse. E' possibile infatti che tu abbia già intorno a te tutti i mezzi necessari per iniziare la tua avventura di crowdfunding attraverso dei primi progetti, con un budget ragionevole.

Per i progetti più importanti dovrai rimboccarti le maniche e conquistare l’attenzione della terza cerchia, cioè a più difficile.

3 - La terza cerchia: tutti quelli che non ti conoscono

Ovviamente questo è il cerchio più numeroso e con un maggior potere finanziario rispetto ai precedenti. Non essere uno sprovveduto: riuscire a guadagnare la fiducia della “popolazione” della terza cerchia ti richiederà un duro lavoro. Non pensare soprattutto che, solo dando un’occhiata alla tua idea, queste persone svuoteranno il loro portafogli nel tuo salvadanaio: è un segno di incredibile fiducia il donare dei soldi ad un (quasi) totale sconosciuto. Dovrai avere un messaggio d’introduzione. Almeno un video, che sia personale, autentico, che spieghi il tuo progetto toccando qualche corda in chi lo guarda: le emozioni, l’umorismo, il gusto estetico... Al fine di mostrare a tutti che sei là sul serio, che possono darti fiducia per far nascere e far “mostrare gli artigli” al tuo progetto. I tuoi lavori precedenti e la tua reputazione sono il tuo biglietto da visita, quindi non esitare a renderli facilmente accessibili (sulla tua pagina di progetto, sulle tue news...), a portata di clic insomma.

E’ estremamente difficile prevedere l’impatto che la terza cerchia avrà sul tuo progetto. Non contare troppo su di essa , rischieresti di restare deluso, soprattutto se non hai molti contenuti da condividere e mostrare. Immagina quest’ultimo cerchio come un “Jolly”, che guadagnerà forza in base al livello di ”impatto” del tuo progetto ed ai risultati delle prime due cerchie.

9 replies

    Abbiamo pensato a tutte le opzioni per cercare di far donare più persone possibili e fare partire il progetto, come è scritto sopra, la nostra famiglia nel loro piccolo saranno i primi che ci aiuteranno a sostenere la nostra causa, la stessa cosa i nostri amici, che (costringeremo noi :D) ci aiuteranno sicuramente, infine speriamo di raggiungere più persone "estranee" possibili grazie all'uso dei social network, quali facebook, twitter e quant'altro è in nostro possesso, anche girare per strada a supplicare! :D 

     

      Ho cominciato quest'anno per la prima volta....vi farò sapere se ho raggiunto il mio obiettivo!

        Stiamo per partire con la campagna di finanziamento del nostro progetto
        https://it.ulule.com/mi-chiamo-ida/

        Siamo contentissimi del supporto di veri professionisti (Ulule) che fin qui ci hanno sostenuti e coadiuvati per la miglior riuscita del progetto.
        "Domandare" soldi, oggi, non è certamente impresa facile.
        Non ci scontriamo solo con il disinteresse o la diffidenza, ma anche e soprattutto affrontando tematiche di non facile "digeribilità" sul piano delle opportunità dettate dal politicamente corretto.

        Ben consci delle difficoltà di natura organizzativa e realizzativa, accettiamo di buon grado la sfida con noi stessi, confidando anche nell'aiuto della Provvidenza.
        Alessandro Ferretti
        https://it.ulule.com/mi-chiamo-ida/

          Lavoriamo sul territorio da anni e come giovane compagnia abbiamo realizzato spettacoli ed eventi in diversi settori. Abbiamo pensato di coinvolgere attivamente quante più persone riusciamo a raggiungere e abbiamo in calendario date dove i nostri sostenitori possono "toccare con mano " chi siamo e cosa facciamo.

          Ci siamo sempre per lo più autofinanziati e solo recentemente abbiamo destato interesse in aziende del territorio, buon segno!

          Piccole sponsorizzazioni ma preziose per i nostri progetti. "Behind the scares" necessita di arrangiamenti, prove, costumi, supporti tecnici, comunicazione e video promo. Abbiamo pensato che rendere partecipi, attivi, i nostri sostenitori potesse rendere ancora più eccezionale la condivisione dell'evento!

            Be innanzi tutto un grazie di cuore per il notevole supporto che mi avete offerto e un particolare ringraziamento a Francesco Cavasinni, mio tutor, che mi ha consigliato con professionalità e per la cortese disponibilità. Comprendo che ora sta a me formulare una strategia mirata al fine di ottenere il risultato prefissato, come dico sempre l'importante è tentare, riuscire è la conseguenza, sarò pertanto determinato affinchè raggiungere le aspettative. Grazie. Lavinio

              Statistics

              • 10

                Posts

              • 10

                Members

              • 6,086

                Views